Il Copale: il profumo degli Dei

Il Copale (o Coppale) è una resina vegetale fossile o sub-fossile, che viene usata fin dall’antichità. Il Copale, pur essendo una resina fossile come l’Ambra, è diverso da quest’ultima per una questione di età.

L’Ambra è una resina emessa dalle conifere che si è fossilizzata in un tempo che va dai 15 milioni ai 45 milioni di anni (a seconda della varietà) invece il Copale è sempre una resina emessa dalle conifere che si è fossilizzata in 50-100 anni, quindi, se lasciato in questo stato, tra milioni di anni anche il copale diverrà Ambra.

Dato il poco tempo di trasformazione, il copale è una resina translucida, in cui si trovano spesso animali solidificati al suo interno ed è facilmente solubile nei liquidi.

Proprietà spirituali del Copale

La resina del Copale era considerata sacra dai Maya, dagli Aztechi e da quasi tutte le popolazioni dell’America Centro-Meridionale.

Questi popoli erano soliti bruciarne grandi quantità sulla cima delle piramidi come offerta agli Dei.

A seconda del luogo in cui viene prodotto, abbiamo 3 varietà di Copale con proprietà spirituali diverse:

  • Il Copale Nero: ha un odore molto forte, e solitamente viene bruciato come incenso in quei momenti in cui si vuole facilitare una forte introspezione e un confronto con l’Ombra;
  • Il Copale Oro: ha un intenso aroma balsamico. Stimola ispirazione, immaginazione e fantasia e in più ha un’azione calmante e viene usato anche per connettersi con gli strati più profondi del proprio spirito e armonizzarli tra loro.
  • Il Copale Bianco: ha un odore che ricorda l’incenso. È la varietà che veniva usata maggiormente come offerta agli Dei dal popolo Maya. Ha un effetto purificante e solitamente si usa per facilitare la meditazione.

Copale: un’offerta gradita per gli Dei

Spesso chiediamo, chiediamo, chiediamo al divino di accontentarci, di donarci salute, ricchezza, amore. Chiediamo un lavoro nuovo, il partner giusto, i soldi per pagare affitto e bollette.

Ma quante volte invece facciamo offerte disinteressate agli Dei e al Divino, con il cuore puro e con solo la voglia di donare loro qualcosa per ringraziarli di essere nella nostra vita, di guidarci, di sostenerci, di aiutarci nei momenti difficili e di condividere con noi i momenti belli?

Quando parlo di Divino intendo Tutto, l’Uno, nel senso che ciascuno è libero di credere in ciò che desidera e può chiamarlo con il nome che preferisce.

Soprattutto ai fini di un’offerta fatta con il cuore al profumo di Copale.

Occorrente:

Oppure puoi usare dei bastoncini di incenso di Copale in stick (se non li hai puoi trovarli qui)

  1. Se usi il Copale in grani: prendi il Porta Incenso e posizionalo in un luogo sicuro, accendi il carboncino e poi mettici sopra i grani di incenso così che il fumo inizi a diffondersi e a salire verso l’alto.
  2. Se usi il bastoncino di Incenso in stick: accendine uno e posizionalo sul brucia incenso e lascia che il fumo inizi a salire verso l’alto.

Ma mano che il fumo inizierà a salire verso l’alto rilassati e goditi questo momento contemplativo. Quando ti senti pronta ripeti la seguente frase:  “Io ti/vi ringrazio per tutto quello che fai per me e ti dono questo incenso come segno di infinita gratitudine.

Grazie, grazie, grazie!”

Lasciate bruciare i grani o lo stick e godetevi il buon profumo!

2019-03-01T06:54:16+00:00

Scrivi un commento