In moltissimi mi chiedere informazioni su come si fa ad imparare a meditare, soprattutto per chi è agli inizi e non è pratico.

Poiché la Meditazione è un’arte antichissima e praticata da millenni non è semplice condensare in un articolo una risposta esaustiva e unica.

Così ho pensato di scrivere vari articoli sull’argomento, di cui questo è il primo, così avremo modo di conoscere insieme come imparare a meditare, che cos’è la Meditazione e quali sono i benefici della Meditazione.

Come si fa la meditazione: imparare a meditare

Iniziamo con il dire che se vuoi imparare a meditare non devi possedere uno speciale talento. Per ottenere i benefici della meditazione ti deve piacere l’atto della meditazione perché la prima chiave di accesso alla meditazione è Voler meditare.

Devi volerlo fare tu, perché ti da gioia e non perché ti hanno detto che fa bene perché altrimenti dopo un po’ di tempo ti annoierai e smetterai. Devi innamorarti della Meditazione a tal punto che tu, il tuo corpo e soprattutto la tua mente non vediate l’ora di mettervi a meditare. Per questo anche importante scegliere quali sono le posizioni giuste per meditare e stare comodi durante la pratica, e lo vedremo tra poco sempre in questo articolo.

Ma prima desidero chiederti una cosa:” Perché vuoi imparare a meditare? Che cosa ti piacerebbe ricevere dalla meditazione?”

Sicuramente avrai sentito dire da chi medita che i principali benefici della meditazione che ha ottenuto sono: il sentirsi meno stressato, l’essere più calmo e rilassato, etc.

Ma una cosa fondamentale da sapere è che ognuno di noi ha il suo motivo personale per avvicinarsi alla meditazione ed è quello che ti spronerà a continuare a farla.

Ti invio ORA a prenderti un momento, siedi tranquillo e chiudi gli occhi. Respira dolcemente e rispondi a questa domanda:” Perché voglio imparare a meditare?”

Lascia che la risposta giunga e poi apri gli occhi.

Le migliori posizioni per la meditazione

Un’altra problematica molto comune tra chi vuole imparare a meditare è trovare la posizione giusta per meditare.

Il consiglio importante qui è che la posizione per la meditazione sia comoda, ma non troppo, e stabile, perché durante la meditazione è importante non muoversi, o comunque è bene muoversi il meno possibile, se no si sposta l’attenzione sui fastidi del corpo e ci si distrae e deconcentra.

Ecco qui 3 posizioni adatte a chi vuole iniziare a meditare:

  • La 1* posizione è: Seduti su una sedia. In questa posizione di meditazione l’importante è tenere la schiena dritta, perché se no a fine meditazione ci si ritrova “ingobbiti”, per questo è meglio non appoggiarsi allo schienale e mettere un cuscino così che i glutei siano più alti delle ginocchia.
  • La 2* posizione è: Seduti a gambe incrociate. Ti puoi sedere a terra su un cuscino l’importante è che il bacino sia leggermente più alto delle ginocchia e non il contrario come spesso capita e che tu ti senta stabile e comodo in questa posizione.
  • La 3* posizione è: Sdraiati. Questa posizione te la consiglio ma con un MA. Qui il rischio di addormentarsi è alto, specie se ti sdrai sul letto per questo, se decidi di optare per questa posizione ti consigli di metterti a terra e usare un tappetino da yoga o una coperta, così sarai comodo ma non troppo. Se noti che ti rilassi troppo e potresti addormentarti da un momento all’altro ti consiglio di scegliere una delle prime due posizioni per la meditazione.

Come prepararsi alla meditazione ?

Tra le cose importanti per imparare a meditare c’è anche la preparazione alla meditazione. Questa preparazione che inizia dall’esterno ti accompagna e ti aiuta a giungere nell’interno di te stesso, che è il luogo in cui si giunge meditando.

  • Preparare l’ambiente: rendi il luogo dove mediterai piacevole, puoi accendere un incenso rilassante, e una candela, se ti piacciono puoi tenere dei fiori nella stanza. Questi strumenti non sono necessari alla meditazione ma aiutano la mente a calmarsi e soprattutto per chi è agli inizi e ha difficoltà a quietare la mente possono rivelarsi accorgimenti molto utili.
  • Preparare se stessi: puoi farti una doccia per rilassati, ti consiglio indossare dei vestiti comodi durante la meditazione, un pantalone della tuta ad esempio ma non i jeans per capirci. Inoltre è bene meditare a stomaco vuoto ma non con il brontolio della pancia. Se hai fame mangia qualcosa di leggero ma che non ti appesantisca.

Mettiti a Meditare

Ora che sai perché vuoi iniziare a Meditare, hai scelto la posizione per la Meditazione giusta per te, hai preparato te stesso e la location per meditare…non ti resta che provare.

Infatti a questo punto bisogna solo mettersi nella posizione prescelta, chiudere gli occhi, iniziare a respirare e attendere che la meditazione arrivi, un po’ come il sonno. Non la si può forzare, bisogna solo avere volontà e costanza.

Una volta che avrai chiuso gli occhi concentrati sul respiro: inspira/espira. Se qualche pensiero si affaccia, e ti garantisco che lo farà 😀 tu lascialo andare, non lo trattenere e torna a concentrarti sul respiro: inspira/espira.

Può capitare che il Silenzio interiore, respiro dopo respiro, poco a poco giunga, oppure, soprattutto all’inizio può succedere che la mente non ne voglia sapere di fermarsi e lasciarti meditare, ma non disperare, la costanza darà i suoi frutti!

Per chi si accinge ad imparare a meditare il solo metterci lì per meditare avrà depositato il seme che darà i suoi frutti.

Prova, e fammi sapere nei COMMENTI come è andata. Ci vediamo presto con il prossimo articolo sempre dedicato Meditazione e in cui parleremo della Meditazione guidata e dei  Benefici della Meditazione.

Se intanto desideri avere qualche consiglio su libri e Cd di meditazione ti consiglio di dare un occhiata qui.