Hygge….che cos’è?

Questa parola sembra difficile sia da capire che da pronunciare…ma tranquille non abbiate paura, ci siamo qui noi ad aiutarvi!

Vediamo allora insieme che cos’è Hygge, da dove viene questa parola, che significa, concretamente… di cosa si tratta?

Hygge è un termine di origine danese che si pronuncia “hoo-gah”. Ultimamente questa parola è giunta alle labbra di molte persone di tutto il mondo, tuttavia non dispone di una vera e propria traduzione letteraria. Possiamo dire che Hyggie è qualcosa di tanto danese che non si può tradurre! Ma allora più che tradurla proviamo a spiegarla! 😉

Secondo i danesi questa parola racchiude la chiave della felicità, in essa sono contenute tante piccole cose della vita, quelle cose semplici, per qualcuno difficili da apprezzare, ma alla base della felicità umana.

Hygge è creare un’atmosfera accogliente, piacevole e d’intimità mentre si assaporano i piaceri della vita, circondati dall’affetto delle persone care.

Vi facciamo degli esempi pratici di Hyggelig, la parola si può anche declinare, per capire meglio il concetto: la luce calda di una candela, le piante in una casa, un mobile fatto con materiali naturali, souvenir di viaggi, leggere una fiaba ai bambini prima di dormire, un caffè e due chiacchiere con le amiche, piccole semplici cose meravigliose, che riempiono il cuore di chi le fa…questo è Hygge.

E’ un qualcosa che non si decide, né si programma, come ad esempio l’innamoramento: non possiamo controllarlo, sappiamo che ha i suoi modi e i suoi tempi, ma è qualcosa che sentiamo dentro e ci fa vibrare forte.

Come hyggare con gli altri

L’Hygge è qualcosa che accade e che si pratica nella propria vita. E’ coltivare e godere dei propri affetti, della famiglia, degli amici, è un appagante senso di comunità. Nel libro Hygge, il metodo danese dei piaceri quotidiani trovi tanti spunti e idee hyggeling per ispirarti.

Inoltre ricordiamo che in Danimarca fa molto freddo, dunque una connotazione importante che assume l’Hygge è quella relazionata con la propria casa. Infatti un po’ per abitudine, un po’ per il tempo, questo popolo trascorre molto del suo tempo nella sua dimora, e qui ogni momento può essere Hygge.

Quando si pratica l’Hygge, anche un imprevisto può essere ribaltato e diventare un momento di svago o di riposo. Giocare a carte, fare le parole crociate, leggere un bel libro, guardare il fuoco che arde il legno in un camino, tutto questo è Hygge. A casa inoltre si possono preparano cene o pranzi, si possono creare molti momenti di condivisione sia con la propria famiglia, o con il partner, che con gli amici, si gode del buon cibo, delle bevande, e soprattutto della compagnia, ma la cosa più importante per i danesi è che gli ospiti siano felici.

Infatti…volete sapere che cos’è l’Hygge in cucina?E’ un semplice tavolino!! Così che gli ospiti abbiano e vi facciano compagnia mentre cucinate!

L’importante è sentirsi bene, stare a proprio agio, apprezzare davvero i piccoli piaceri e doni della vita, senza avere troppe pretese, focalizzandosi solo sul piacere del presente, non c’è passato, non c’è futuro, c’è solo il qui e ora, e va vissuto al meglio.

Possiamo dire che i Danesi hanno creato una parola che permette di avvicinarsi, di creare, di conoscere la sensazione di condivisione, dello stare insieme, l’appagamento dei sensi e la spontaneità. La parola Hygge serve proprio ad avviare la persona verso questa strada. La potenza della parola sta nel fatto che in essa è incluso un forte senso di comunità umano, di amore, di collaborazione, le persone grazie all’aiuto degli altri si sentono inevitabilmente più felici.

Hygge: un giro intorno al mondo

Bè…meravigliosi momenti di condivisione possono cambiare da città, a paese, a nazione!

Se pensiamo all’Italia, un caffè o una pizza tra amici già ci rendono felici! L’Inghilterra e l’Irlanda sono famose per i momenti di condivisione al pub tra amici, post lavoro. Se ci spostiamo in Spagna o in Sud-America, ci sono così tante feste, falò, balli di gruppo, che portano gioia alle popolazioni locali. Dietro la parola Hygge c’è un vero e proprio valore sociale, inteso come collaborazione, tolleranza e condivisione tra individui.

Come vedi seppur manchi una parola l’Hygge è ovunque!

Le Hygge Parole: Hygge Leggi della Magia

In conclusione possiamo dire che i momenti hyggelig sono quegli istanti, quegli attimi che ti rendono felice.

Per questo ti voglio salutare con un gioco molto hygge: crea la tua Hygge-parola mettendo la parola “Hygge” o all’inizio o alla fine della frase, esempio Hygge-Leggi della Magia, questa nuova parola indica quei bellissimi momenti che passiamo insieme, parlando di temi spirituali e della nostra crescita, condividendo esperienze con amore e senza giudizio.

Sappi che in generale i Danesi preferiscono usare l’Hygge come prefisso, quindi all’inizio della parola, ma si potrebbe mettere anche alla fine.

Ora tocca a te creare le tue Hygge Paole, ad esempio io adoro divinazione-Hygge, oppure Hygge-Lettura vedrai che utilizzandole andrai a fare le cose con uno spirito differente e con un’energia tutta hyggeling!

Vuoi provare?

Scrivi nei COMMENTI la tua prima Hygge Parola.