Leggine e Leggini, eccoci con il nostro appuntamento mensile in cui canalizziamo una divinità e la intervistiamo con le vostre domande.

L’ospite di questo mese è stata Maeve, la Dea Irlandese che veglia tra i Mondi, nonché la Regina delle Fate di cui abbiamo già parlato nell’articolo di Mabon.

Ecco l’intervista:

Domanda: Ciao, Maeve, ti possiamo intervistare per “Le Leggi della Magia”?

Risposta: Se proprio devi…

1- D: Puoi spiegare cosa sono in realtà le Fate?

R: Intanto non sono quegli spiriti che vivono tra i fiori che hanno occupato la mente collettiva! Le Fate, o Fae, o Sidhe, per quanto riguarda il mio popolo, sono tutti quegli Dei che vivevano nella Terra d’Irlanda, e che dopo millenni di Regno decisero di fare un contratto con gli umani: gli avrebbero lasciato la terra da tutelare e loro si sarebbero ritirati nell’Altro Mondo, ovvero la dimensione da cui proveniamo, da qui abbiamo preso il nome di Fae, o Sidhe o per voi Fate, ovvero chi controlla il Fato, perchè noi possiamo interferire con il Destino umano se gli uomini non hanno il dovuto rispetto per la terra che devono custodire, per questo nelle terre in cui gli umani ci venerano la natura è rispettata e noi siamo temuti. La stessa cosa la fanno le Fate di altri popoli, come Freya e le Norne del Nord Europa, che decidono del fato degli uomini, che quindi tentano in tutti i modi di ingraziarsele. Ma lo stesso avviene ovunque esistano le Fate: non siamo spiriti dei fiori, ma divinità col potere di creare e distruggere il vostro destino!

 2- D: Come possiamo tutelare Madre Terra?

R: Se vi serve questa spiegazione state messi malissimo! Sapevate che la più grande forma di inquinamento del pianeta non sono i rifiuti ma l’elettromagnetismo, che non inquina solo Madre Terra ma anche voi stessi!

Vi blocca ogni canale di comunicazione con noi e con gli altri Dei, diventate corpi senza più contatto con l’Oltre, non sentite più la nostra chiamata, non riuscite più a viaggiare tra i mondi e vi distaccate totalmente dai bisogni della Madre Terra. Per quanto riguarda le altre forme di inquinamento, cavolo, siete esseri intelligenti, usate il buon senso nello smaltimento per tutelare la natura!

 2.2- D: Ti faccio una domanda extra: che ne pensi del 5G, della realtà virtuale, e delle tecnologie che si sviluppano? Gli Atlantidei erano arrivati a questi processi, tu lo vedi come progresso?

R: Erano arrivati a queste tecnologie e come sono finiti poi? Non avevano più contatto col divino! Chi vuole controllare l’umanità crea queste tecnologie per bloccarvi tutti i canali di accesso ai Regni Superiori! Se foste connessi ai piani superiori non vi servirebbe a nulla l’intrattenimento virtuale dato che esistono infiniti mondi, pianeti e dimensioni da esplorare se foste connessi, che sono veri e non finti e ricreati artificialmente per bloccarvi i canali, cosa che fa questa realtà visrtuale!

 3-D: Reputi utile al risveglio umano abbattere i pregiudizi verso il popolo fatato che molti hanno?

R: A noi non importa nulla dei pregiudizi che molti hanno, semplicemente perché gli umani che vivono nelle nostre terre, ovvero i “nostri umani” non hanno alcun pregiudizio, ma ci venerano e rispettano ancora oggi nonostante nei secoli si sia provato a fargli il lavaggio del cervello! Quanto agli altri popoli che hanno pregiudizi, che ci chiamano elfi o leprecauni, che non ci onorano e non ci rispettano sono così lontani a noi che non ci importa nulla e non ce ne interessiamo! Pensassero pure che le Fate sono quelle che dipinge la Disney! Non ci riguarda. A noi basta che le anime umane di cui ci occupiamo noi ci onorino e ci rispettino e rispettino la Madre Terra, e chi viene dalle nostre parti può notare che ciò avviene! Non per niente, dove la Terra è più incontaminata è dove noi regniamo e non siamo mai morti, al contrario di luoghi in cui regnavano altri Dei che sono stati dimenticati!

 4-D: Dato che siete custodi del Fato, ci spieghi che comportamento dobbiamo adottare per fluire con esso?

R: Per fluire con il Fato dovete capire che ci sono degli eventi inevitabili nella vostra vita! Spesso voi umani date la colpa alla fortuna o alla sfortuna di ciò che vi capita! Non capite che le esperienze sono state scelte da voi, nel disegno del vostro destino ciò che vi accade è inevitabile e per fluire dovete capire perché vi sta succedendo ciò che vi accade e usare ogni esperienza come un insegnamento e soprattutto dovete assumervi la vostra responsabilità su ciò che vi accade, solo così fluite col fato, perché tutto ciò che vi accade è stato scritto sul vostro destino!

5-D: Puoi spiegare che voi Dei Irlandesi siete pure Fate?

R: Te l’ho già detto all’inizio! Tutti noi Dei irlandesi, ma non solo Dei, tutte le creature che abitano l’Oltremondo da cui si accede dai luoghi sacri Irlandesi sono Fate! Ci siamo noi Dei che abbiamo il rango maggiore, poi ci sono i nostri sottoposti, ciascuno di noi ha un suo gruppo di Fate da gestire e addestrare a seconda della specialità che vogliono apprendere.

6-D: Ci spieghi i passaggi tra questo mondo e il vostro?

R: Intanto i nostri passaggi si trovano nei nostri Luoghi Sacri, che a loro volta si trovano sulle pianure e sulle brughiere della nostra Terra, infatti Sidhe, nella vostra lingua, significa: Signori delle Pianure o delle Brughiere.

Nei nostri passaggi possono entrare solo le Anime che noi vogliamo dentro e non tutte le Anime! Se un’anima non ci va a genio e so reca in uno dei nostri luoghi sacri non vedrà mai il passaggio. Le anime che disprezziamo poi particolarmente non riusciranno nemmeno a trovare il luogo sacro fisico, perché le mandiamo fuori strada!

 7-D: Ci spieghi che tipi di Fate e Spiriti ci sono?

R: Ok, amplio il discorso visto che ancora è poco chiaro. Tutti gli Esseri che vivono nell’Oltremondo sono chiamate Fate: ci sono quelle di alto rango, ovvero le divinità, poi ci sono i nostri sottoposti, che ci servono e che sono anche loro Fate: ci sono le Fate Guerriere addestrate da me, ci sono Guaritori, Fabbri, Poeti e ognuno di loro fa riferimento a una divinità. Noi siamo le vere Fate, noi siamo composti di cinque Elementi proprio come voi umani, e non siamo piccoline ma molto più grandi di voi. Poi ci sono gli spiriti minori, composti da due a quattro elementi, loro sono quelli che voi chiamate comunemente Fate, sbagliando, perché sono solo spiriti minori e poco gestibili tranne che da noi Dei, e poi ci sono gli Elementali, composti da un solo Elemento, i più complicati e sfuggevoli da controllare se non siete Divinità. Insomma ci vive tanta diversità nel nostro Mondo!

 8- D: Come possiamo entrare in contatto col tuo popolo?

R: Perché dovreste? Noi non vogliamo entrare in contatto con voi! Noi entriamo in contatto con chi ha le sue radici nella nostra Terra e nel nostro Pantheon Divino e non con tutti quelli che ci cercano, anche perché ultimamente siamo quelli che vanno di moda nel vostro pianeta ma non siamo il vostro diletto! Io consiglio di cercarci solo a chi ha radici celtiche, gli altri devono tornare alle loro radici, perché non possono capire la nostra vera essenza se non sono dei nostri!

9- D: In che modo possiamo diventare Guerrieri atti a distruggere ciò che ci nuoce per far fiorire nuove componenti in noi?

R: La prima cosa da fare è prendere consapevolezza di ciò che vi nuoce e nelle mie poche visite sulla Terra ho visto che è difficile per voi. Una volta acquisita questa consapevolezza, pregate una divinità Guerriera, che come me dalle mie parti, ha lo scopo di falciare ciò che mina l’Equilibrio interiore, dalla cenere di ciò che avete distrutto può fiorire il nuovo!

 10-D: È vero che sei tu la Dea onorata a Mabon e che viene da te questa festa?

R: Certo! Sono nata durante l’Equinozio d’Autunno, ero io che venivo celebrata e dopo la mia morte questo periodo dell’anno era utilizzato dai futuri Re, si recavano nei miei luoghi sacri in cerca di visioni e pronti ad affrontare le mie prove, come vincere contro il mio veleno sacro, cosa che potevano fare solo gli uomini dal cuore più potente, il cuore potente e in grado di farli sopravvivere designava un vero sovrano giusto! Peccato che abbiate perso l’abitudine, non per niente ora regna solo chi è meschino!

 D: Grazie Maeve, abbiamo finito! Vuoi dare un ultimo consiglio alle Leggine?

R: Sì… il primo è uscire dalla dualità, soprattutto in amore, c’è bisogno di uscire dalla monogamia, dall’amore di coppia e amare più persone alla volta perché questo è naturale, la monogamia no! Il secondo è che purtroppo le anime sono totalmente dominate dai pensieri, queste forme egoiche che non esistono ma che vengono richiamate, dando i loro risultati disastrosi sul piano fisico!

Quello che dovete fare è imparare voi a dominare la vostra mente e spostarla nella realizzazione dei vostri sogni e non il contrario.

 E anche questa intervista è finita. Appuntamento al prossimo mese, chissà chi sarà ( o saranno) i prossimi 😉